Biografia Icone Altre OpereLa Bottega Contatti


Silvia Salvadori - Riproduzione Icone Sacre Medievali

Biografia

 

Silvia Salvadori nasce nel 1978 a Sinalunga, nel cuore della Toscana; Diplomata presso l'Istituto d'Arte "Duccio di Buoninsegna" e Laureata in Conservazione dei Beni Culturali presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università degli Studi di Siena, vive a lungo nella città del Palio dove stabilisce un legame, spirituale e materiale, con le superstiti Botteghe d'Arte, ultime depositarie della tradizione pittorica dei maggiori artisti delle scuole toscane del Medioevo e del Rinascimento.
Con la loro scuola Silvia Salvadori crea una continuità ideale, facendo rivivere nella propria mano un sapere pressoché perduto. Il caldo riflesso degli ori, dei broccati delle vesti, il rapimento estatico dei santi, il mistico scambio di sguardi fra la Vergine e il Bambino, la ricchezza della simbologia cristiana, ricreati con il talento, la raffinatezza e la dedizione tornano a vivere nelle opere che Silvia Salvadori riesce a riprodurre, attraverso lo stesso "saper fare" artistico dei Maestri medievali e l'utilizzo di tavole di pioppo e di tiglio, dell'oro zecchino in foglia e in polvere, finemente decorato e inciso per mezzo di bulini appositamente forgiati dagli ultimi mastri incisori, dei pigmenti naturali, seguendo le ricette tratte dal Libro dell'arte di Cennino Cennini (1370-1440) e in Giorgio Vasari (Le vite de' più eccellenti pittori, scultori e architettori).

Nascente da un interesse che è prima di tutto studio accurato e sapiente e continua sperimentazione, che si estende all'intera Toscana del tempo, da Arezzo coi tesori nascosti delle sue chiese, a Firenze e al suo medioevo dell'arte, forse per troppo tempo oscurato dai fasti del Rinascimento, per tornare a Siena con l'arte sacra delle sue icone e la pittura civica delle Biccherne, le copertine in legno istoriato dei registri contabili della stagione comunale. L'opera di Silvia Salvadori è forse quell'ultima, preziosa testimone in grado di conservare e tramandare una Cultura che è storia di un popolo di una terra e dell'anima, ancora capace di suscitare in noi la Meraviglia.

"Adunque voi, che con animo gientile sete amadori di questa virtù e principalmente all'arte venite, adornatevi prima di questo vestimento, cioè amore, timore, ubbidienza e perseveranza…"
Cennino Cennini

il colore e la luce nella pittura

Grazie al trattato della pittura scritto nel XIV secolo da Cennino Cennini che possiamo veramente conoscere nei dettagli come veniva realizzato un dipinto su tavola.

Nella pittura medievale e rinascimentale, una particolare importanza rivestì l'uso della luce e del colore. Il colore tenne a lungo, ancora fino al XVI secolo, un ruolo spesso simbolico e funzionale, legato cioè al suo valore intrinseco: le figure in una scena religiosa andavano spesso realizzate per commissione o contratto, con una certa quantità di rosso, di oro zecchino, argento o di blu lapislazzuli, materiali preziosi che avevano la funzione di offerta alla divinità e che diedero vita ad una vera e propria raffinatissima pittura di luce.

Proprio per questo particolare aspetto Silvia Salvadori dipinge e segue le direttive dei suoi committenti e realizza le proprie opere su commissione.

 

 

Proibita la copia di qualsiasi foto o testo o concetto e modalità di creazione artistica del Sito

Copyright © Silvia Salvadori

 

 

 


Medieval art - Cimabue - Simone Martini - Duccio di Buoninsegna - Sienese Painting - Virgin and Child - Madonna and Child - Middle ages painting - Medieval painting - Tuscan Art - Icon Painting - Medieval Icons - Icon sacred - Bizantine Iconography - Nativity art - Sacred Art - Icons reproduction - Medieval Art reproduction - Art reproduction - Reproduction medieval italian icons - Egg Yolk tempera - Egg tempera painting Art Shoppe
Via Bicchieraia, 24
52100 - Arezzo
P.Iva 01863630511

tel. Bottega 0039.0575.28457
tel. 0039.0575.810243
cell. 0039.349.6542142

info@bottegadartetoscana.it
www.bottegadartetoscana.it